domenica 18 luglio 2010

Panna cotta al limoncello con salsa di mirtilli

Qualche giorno fa ho trovato la rivista della Spisni "Vecchia scuola bolognese" e,leggendola,mi è sembrata molto interessante e chiara...ho già provato alcune ricette,in particolar modo di verdure e sono riuscite benissimo,oggi,invece,ho voluto provare la panna cotta,alla quale,però,ho apportato qualche modifica:la ricetta della Spisni prevede di portare ad ebollizione la panna con la vaniglia,di utilizzare come liquore la grappa o sambuca e come copertura dello zucchero caramellato...io,utilizzando gli ingredienti e le dosi base ho fatto così...




Ingredienti:
- mezzo litro di panna fresca
- un bicchierino di buon limoncello
- 130 g di albume
- 100 g di zucchero a velo
- due bucce di limone non trattato

Per la copertura:
- mirtilli
- due cucchiai di zucchero
- poca acqua

Procedimento:

Mettere a bollire la panna con le bucce del limone e appena giunge a bollore spegnere e tenere da parte.
In una terrina mescolare lo zucchero a velo con gli albumi,producendo meno schiuma possibile.
Unire la panna calda agli albumi e allo zucchero a velo.Aggiungere il limoncello.Filtrare e riempire gli stampini di alluminio.Disporre gli stampini in una teglia da forno rivestita con una carta da pane.Aggiungere nella teglia dell'acqua fino ad un dito sotto il bordo degli stampini.Cuocere in forno caldo a 160° per circa 30 minuti (io li ho lasciati circa 40minuti).Togliere dal forno quando la panna sarà gelatinosa ma rassodata.Lasciar raffreddare in frigo per almeno due ore prima di servire.
Una volta sformati ricoprire la panna cotta con una o due cucchiaiate di salsa ai mirtilli ottenuta mettendo in un pentolino i mirtilli con lo zucchero e pochissima acqua,cuocere a fuoco basso sino a che si ottiene la salsina.Farla raffreddare prima di versarla sulla panna cotta.

Molto delicata!La cosa che mi ha colpito di più è stata la consistenza di questo dolcino,una consistenza molto cremosa,a differenza della classica panna cotta nella quale si utilizza l'addensante che resta più soda.

5 commenti:

  1. Buona questa panna cotta, diversa da tutte le ricette che ho fatto di panna cotta è senza colla di pesce, da provare assulutamente, brava Eli.

    RispondiElimina
  2. Grazie Patrizia,ti consiglio di provarla,si scioglie in bocca per quanto è cremosa!

    RispondiElimina
  3. E' molto interessante il tuo blog. Io non sapevo che la panna cotta si potesse fare con gli albumi al posto della colla di pesce,certo che la Spisni è una garanzia. Comunque bravissima per la realizzazione. Ciao Daniela

    RispondiElimina
  4. ottima, grazie Luca

    RispondiElimina